Coronavirus, De Luca: "Riaprire tutto, riaprire per sempre"

...

26/05/2020

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha emanato l’Ordinanza n. 52, disponendo:

“Fatta salva I' adozione di ulteriori provvedimenti in conseguenza dell'evoluzione della situazione epidemiologica, su tutto il territorio regionale si applicano le seguenti disposizioni:

  1. con decorrenza immediata sono revocate le misure adottate con riferimento al Comune di Letino (CE) con Ordinanza n.49 del 20 maggio 2020;
  2. a far data dal 27 maggio è consentita l'attività delle strutture termali e dei centri benessere, nel rispetto del Protocollo di sicurezza anti-diffusionesars-cov-2 strutture termali e centri benessere, allegato sub I al presente provvedimento per formarne parte integrante e sostanziale;
  3. a far data dal 27 maggio 2020, è consentita la ripresa delle attività delle piscine di acqua di mare;
  4. a far data dal 28 maggio 2020 è consentita l'attività dei circoli culturali e ricreativi, nel puntuale rispetto del protocollo allegato sub 2 al presente provvedimento;
  5. a far data dal 28 maggio 2020 sono consentite le attività di formazione professionale, svolte in presenza dagli enti di formazione pubblici e privati, per la parte pratica prevista dal percorso formativo - quali le attività di laboratorio, le attività di stage e relativi esami finali- laddove dette attività non siano altrimenti realizzabili a distanza, nel puntuale  rispetto del Protocollo allegato sub 3 al presente provvedimento;
  6. a far data dal 28 maggio 2020 sono consentite le attività dei parchi tematici, anche  acquatici, nel rispetto del Protocollo allegato sub 4 al presente provvedimento nonché  per i parchi acquatici - di quello concernente l'attività delle piscine. In caso di contrasto, prevalgono le disposizioni più favorevoli;
  7. il Protocollo allegato n.3 all'Ordinanza n.48 del 17 maggio 2020- "Protocollo di sicurezza anti-diffusione Sars-CoV-2 Settore della ristorazione e bar, è modificato nei termini seguenti: alla pagina 5, paragrafo "Ristoranti", terzo ultimo rigo, la frase "e. vanno eliminati modalità di servizio a buffet o similari. " è sostituita con la seguente: "La consumazione a buffet in modalità self-service non è consentita. E possibile  organizzare una modalità a buffet mediante somministrazione da parte di personale  incaricato, escludendo la possibilità peri clienti di toccare quanto esposto e prevedendo in ogni caso, per clienti e personale, l’'obbligo del mantenimento della distanza e l’obbligo dell’utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie.'
  8. sono approvate le misure precauzionali allegate sub 5 al presente provvedimento, per lo svolgimento in sicurezza delle attività degli impianti sportivi per l' esercizio di attività  fisica all'aperto aventi strutture di servizio al chiuso (reception, spogliatoi, etc.), che sono consentite purchè svolte nel rispetto delle dette misure precauzionali
  9. sono approvate le misure precauzionali di cui al documento allegato sub 6 al presente  provvedimento per l'esercizio dell'attività degli informatori scientifici, che è consentita purchè svolta nel rispetto delle indicate misure precauzionali;
  10. a parziale modifica del punto 4 dell'Ordinanza n.51 del 24 maggio 2020, la misura massima della sanzione prevista per la violazione delle disposizioni di cui alla citata Ordinanza è fissato in euro 1.000.”

In allegato il testo integrale dell’Ordinanza e i relativi allegati.