Regione Campania: bonus per microimprese

...

16/04/2020

Domanda presentabile dalle ore 10 del 20 Aprile 2020 alle ore 24 del 30 Aprile 2020.

Con Decreto Dirigenziale n. 136 la Regione Campania ha approvato l’Avviso Pubblico per un bonus una tantum di 2.000 euro.

Possono accedervi le microimprese che operano nei settori destinatari dei provvedimenti di sospensione delle attività sia da parte del Governo centrale che della Regione Campania e che:

- abbiano sede operativa nella Regione Campania;

- risultino iscritte nel Registro delle Imprese istituito presso la CCIAA territorialmente competente;

- abbiano registrato nel 2019 un fatturato inferiore a 100.000€;

- abbiano un numero di occupati inferiore a 10.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDA

L’avviso sarà visionabile sul sito della Regione Campania, al link

http://conleimprese.regione.campania.it.

Pena l'esclusione, le domande di agevolazione dovranno essere compilate on line, accedendo, previa registrazione, al sito

http://conleimprese.regione.campania.it.

e inviate mediante procedura telematica.

Sarà possibile presentare domanda dalle ore 10 del 20 Aprile 2020 alle ore 24 del 30 Aprile 2020.

Dal 20 aprile 2020 alle ore 10 all’indirizzo

http://conleimprese.regione.campania.it.

sarà possibile iniziare la registrazione nel sistema e la successiva compilazione della prescritta modulistica.

Il modulo di domanda, compilato tassativamente in ciascuna delle parti di cui si compone, deve essere firmato digitalmente, ai sensi del D. Lgs. n. 82 del 7 Marzo 2005 e s.m.i., dal legale rappresentante dell’impresa richiedente il contributo ovvero, in alternativa, per conto e nell’interesse dell’impresa medesima, da un “intermediario” a ciò abilitato ai sensi del D.P.R. 22 Luglio 1998, n. 322, art. 3, commi 3 e seguenti.

La domanda è resa nella forma di dichiarazione sostitutiva di certificazione/atto di notorietà ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 ed è soggetta alla responsabilità, anche penale, di cui agli artt. 75 e 76 dello stesso in caso di dichiarazioni mendaci.

Non potranno essere accolte le domande:

a) predisposte secondo modalità difformi e inviate al di fuori dei termini previsti dal presente Avviso;

b) predisposte in maniera incompleta e/o non conforme alle disposizioni di Legge e del presente Avviso e/o non sottoscritta dal legale rappresentante, ovvero dall’ “intermediario” a ciò abilitato ai sensi del D.P.R. 22 Luglio 1998, n. 322, art. 3, commi 3 e seguenti.

Ricevute le domande di ammissione al bonus, le strutture amministrative verificheranno con immediatezza l’effettiva presenza dell’impresa richiedente all’interno del Registro delle imprese e comunicheranno al beneficiario, a mezzo pec, l’ammissione ai benefici del bonus, disponendo l’immediata erogazione a mezzo di bonifico bancario sull’IBAN indicato in sede di presentazione della domanda.